OCULUS _ Giovani Operatori per la Creatività Urbana a Trieste

simone-pallotta

Oggi Oculus Street Art, il primo percorso dedicato ai giovani operatori per la creatività urbana,  ospita Simone Pallotta! Classe ’79, laureato in Lettere e Filosofia con indirizzo Storia dell’Arte Contemporanea all’Università di Roma 3, public & urban art curator. Nel 2006 avvia il primo progetto di arte pubblica contemporanea di Roma con il supporto di artisti come Blu, Etnik e Hitnes. Nel 2008 fonda WALLS e dà vita al primo progetto di muri legali della Capitale con più di diecimila mq di superfici libere per tutti i writers. Curatore del progetto SANBA, progetto che allarga gli orizzonti della progettazione culturale in aree depresse delle città, e di Scuole di Libertà, dieci interventi in dieci scuole italiane voluto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, alla fine del 2015 cura il progetto di Edoardo Tresoldi per l’area archeologica di Siponto, in Puglia.

Tutto il progetto  #oculus

Il PAG – Progetto Area Giovani sostiene e promuove “Oculus – Giovani Operatori per la Creatività Urbana”, una proposta creativa per formare nuove figure professionali nel settore della creatività urbana che coinvolge le città di Napoli, Torino, Bergamo, Trieste e Abano Terme. Alla scadenza del bando “Oculus – Giovani Operatori per la Creatività Urbana” si sono contati centinaia di candidature giunte alle segreterie: Trieste, Bergamo, Torino e Napoli. Un successo che la dice lunga sull’interesse per il fenomeno.
Siamo contenti della risposta positiva che ci è arrivata da giovani studiosi del settore, amanti dell’arte e interessati alle imprese culturali. Si tratta del primo corso formativo destinato a profilare gli operatori per la creatività urbana e tutta questa attenzione mette in luce l’esigenza che in tantissimi giovani sentono di confrontarsi con chi già lavora in questo campo da molti anni per avvicinarsi alla street art, finalmente, in maniera professionale” – afferma Luca Borriello, direttore ricerca Inward.
Gli incontri mirano infatti a creare le basi per una più accurata conoscenza del mondo della street art, attraverso moduli che spaziano dalla storia alla curatela, dalla tecnica alla logistica, fino alle relazioni istituzionali e territoriali e alla comunicazione. Previsti, per questo, anche street art tour, un periodo di tutoraggio da remoto e, in particolar modo, la possibilità di seguire la produzione di un murale ad Abano Terme. Inoltre, tutta la squadra nazionale dei giovani formati dal progetto avrà modo di fondare un’ACU Associazione per la Creatività Urbana, entrando in rete con altre simili.
La formazione sarà affidata ad alcuni dei più noti esperti di street art in Italia, tra i quali: Pietro Rivasi, Monica Caputo, Simone Pallotta, Luca Pichenstein, Truly Design, Fijodor Benzo, Edoardo Suraci, David Ardito, Diego Fadda, Andrea Antoni, Francesco Patat, Ruben Marchisio, Alessandro Ferri ed altri ancora.
Gli esiti delle selezioni saranno pubblicati entro il 26 novembre 2018.
Gli incontri formativi a Trieste si terranno al Polo Giovani Toti, piazza della Cattedrale 4/a
FB: @streetartoculus

Il percorso consta di:
• 7 moduli di Formazione (5 in aula e 2 in città), condotta da esperti del settore di fama internazionale e operanti da oltre un decennio sul campo
• Un periodo di 2 mesi di tutoraggio da remoto in vista dello Stage di produzione
• Stage di produzione presso un grande evento di creatività urbana di rilievo nazionale.