Arte Musica e CulturaNews

ARTEFATTO 13.a edizione | ARTE | AMBIENTE | CREATIVITA’ URBANA – deadline 7 settembre

banner-con-bjcem

Il Comune di Trieste è promotore del progetto CHROMOPOLIS_la città del futuro attraverso il quale favorisce l’espressione artistica dei giovani che operano nell’ambito della creatività urbana.

“Credo fermamente che il quid plus dello sviluppo urbano siano le periferie: la città che sarà e la città che lasceremo ai nostri figli ed il nostro desiderio è quello di lasciare una città migliore, inclusiva e rigenerata grazie anche a questi interventi. Questo è l’approccio e lo spirito con cui vogliamo portare avanti e sempre più in alto questo progetto” queste le parole dell’assessore De Santis nel presentare il progetto.

In questa cornice si inserisce la 13.a edizione di ARTEFATTO, progetto curato dal PAG – Progetto Area Giovani del Comune di Trieste che avvia un bando per selezionare una proposta artistica che sviluppi le tematiche della sostenibilità e della tutela ambientale da realizzare su un muro di grandi dimensioni.

In tal senso il Comune di Trieste ha aderito all’iniziativa realizzata nell’ambito del progetto Street Earth on tour 2020 promosso dal Comune di Ravenna in collaborazione con GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani e il supporto tecnico di INWARD – Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana. In tutte le città aderenti al progetto verrà prodotto un murale sul tema della tutela ambientale con l’utilizzo di materiali e pratiche eco-sostenibili (ad esempio: pitture antismog, pitture ad acqua, processi di smaltimento, riuso materiali, altro). La 13.a edizione di ARTEFATTO rientra nel programma di iniziative del Science in the City Festival di ESOF 2020 e gode del patrocinio dell’Università degli Studi di Trieste.

Aderendo al progetto Street Earth on tour 2020, il Comune di Trieste condivide i seguenti obiettivi:

  • realizzare un progetto di rete che approfondisca relazioni e contatti tra le città, favorisca lo scambio di buone pratiche tra enti, implementi e faciliti i contatti tra addetti ai lavori;
  • sviluppare la relazione e lo scambio di competenze, contenuti ed esperienze, nella logica della messa a disposizione di fattori comuni utili allo sviluppo di progetti di street art;
  • promuovere la creatività come mezzo di valorizzazione delle aree urbane;
  • sensibilizzare la cittadinanza sulle tematiche della sostenibilità ambientale, della cura degli spazi comuni e della partecipazione.

BANDO

Art. 1 // Oggetto »
Il bando è finalizzato alla selezione di un progetto artistico che sviluppi il tema della sostenibilità e della tutela ambientale da realizzare su una superficie murale di grandi dimensioni.
La superficie individuata, di proprietà comunale, si trova a Trieste, in viale Miramare 65. Attualmente sede di uffici amministrativi e depositi, il sito si trova in una posizione di grande visibilità in prossimità dell’area del “Porto Vecchio” interessata da un importante processo di riqualificazione.

Descrizione sintetica della superficie:

  • anno di costruzione 1955
  • superficie 120 mq
  • dimensioni 9,45 m X 12,65 m
  • stato di conservazione mediocre
  • cemento a vista
  • esposizione a est

Maggiori dettagli sono forniti nell’allegato B

Art. 2 // Destinatari »

Il bando è rivolto ad associazioni ed organizzazioni no profit (soggetto proponente) che operano nell’ambito della creatività urbana, dell’urban design, della street art, dell’arte pubblica.
Ogni soggetto proponente può presentare un massimo di tre progetti di tre artisti diversi, che devono essere residenti in Italia e avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni. A sua volta, ogni artista può proporre un solo progetto.

Art. 3 // Calendario »

  • 7 settembre 2020 >>> termine per la presentazione della richiesta di partecipazione e della proposta artistica
  • entro 18 settembre 2020 >>> comunicazione dell’esito della selezione
  • 20 – 30 ottobre 2020 >>> realizzazione dell’opera

Il Comune di Trieste si riserva di apportare modifiche al calendario che saranno comunicate tempestivamente anche in considerazione delle possibili disposizioni governative relative alle misure di contrasto e contenimento dell’epidemia da COVID-19.

Art. 4 // Commissione »
La commissione, nominata dal Comune di Trieste, è composta da esperti accreditati in campo artistico e tecnico. La commissione individua con giudizio insindacabile il vincitore valutando:

  •  il curriculum e il portfolio del soggetto proponente;
  • il curriculum e il portfolio dell’artista;
  • il bozzetto artistico realizzato sulla base del file fornito;
  • il progetto di fattibilità tecnica.

La commissione si riserva, inoltre, di segnalare dei partecipanti particolarmente meritevoli.
Qualora nessuno dei progetti pervenuti rispondesse ai requisiti richiesti, il Comune di Trieste si riserva di procedere all’individuazione di un progetto artistico alternativo ai sensi delle normative vigenti.

Art. 5 // Condizioni di partecipazione »
Per poter partecipare al bando, il soggetto proponente deve dichiarare:

  • di aver svolto attività artistiche nell’ambito della creatività urbana, dell’urban design, della street art, dell’arte pubblica;
  • che l’artista presentato possieda le competenze necessarie per realizzare l’opera;
  • che l’artista presentato abbia un’età compresa tra i 18 e i 35 anni e sia residente in Italia;
  • che l’opera proposta sia originale;
  • che l’artista presentato sia in possesso dei brevetti necessari per operare in quota su autopiattaforme aeree con operatore, come prescritto dal Decreto Legislativo 81/2008;
  • che l’artista si impegni ad utilizzare i propri personali DPI [Dispositivi Protezione Individuale] secondo le norme di legge;
  • che adotterà tutte le misure e le cautele necessarie per prevenire situazioni di rischio e pericolo dannose per la sicurezza e l’incolumità dell’artista e delle altrui persone e che, in caso di selezione, invierà copia della polizza assicurativa RC che tenga indenni terzi e/o beni da qualsivoglia danno possa essere arrecato.

Art. 6 // Proprietà e diritti »
L’artista cede al Comune di Trieste i diritti di proprietà dell’opera. L’artista rimane titolare dei diritti d’autore e ne autorizza la riproduzione ai fini della promozione e documentazione del progetto. Gli elaborati dei progetti pervenuti non verranno restituiti.

Art. 7 // Oneri a carico dell’Ente organizzatore »
Per consentire la realizzazione dell’opera il Comune di Trieste assolve alle procedure amministrative relative alle autorizzazioni necessarie, dà supporto per l’organizzazione della logistica e mette a disposizione del soggetto proponente che risulterà vincitore e dell’artista presentato, un budget e un premio .

Art. 8 // Budget per la realizzazione dell’opera e premio per l’artista »
Per la realizzazione dell’opera, il Comune di Trieste mette a disposizione un importo massimo di 10.000 euro lordi, che saranno attribuiti al soggetto proponente attraverso un appalto di servizi ai sensi delle normative vigenti. A carico del soggetto proponente le spese relative al materiale, ai supporti tecnici nonché tutto ciò che consente la realizzazione del progetto.
Al momento della proclamazione, all’artista vincitore sarà assegnato un premio di euro 3.000 (al lordo degli oneri di legge) quale riconoscimento della qualità artistica del progetto e supporto forfettario delle spese relative alla residenza artistica.

Art. 9 // Modalità di partecipazione »
La partecipazione al bando è gratuita. I materiali devono essere presentati entro il 7 settembre 2020 via mail all’indirizzo questions@artefatto.info, indicando come oggetto ARTEFATTO_Street Earth on tour 2020.

Alla mail va allegata la scheda di partecipazione, compilata in tutte le sue parti e firmata digitalmente, e gli allegati indicati qui sotto.

  • bozzetto artistico realizzato sulla base del file fornito (all. A);
  • progetto di fattibilità tecnica (all. B);
  • informativa sulla protezione dei dati – Regolamento EU 679/16 debitamente sottoscritta (all. C);

ed inoltre:

  • curriculum e portfolio del soggetto proponente;
  • curriculum e portfolio dell’artista;
  • documento d’identità in corso di validità del legale rappresentante.

>>>> PER SCARICARE BANDO E GLI ALLEGATI CLICCATE QUI


CONTATTI & INFO
Comune di Trieste – Dipartimento Scuola, Educazione, Promozione Turistica, Cultura e Sport
PAG_Progetto Area Giovani
Polo Giovani Toti
Piazza della Cattedrale, 4/a – 34121 TRIESTE
pologiovani.toti@comune.trieste.it
tel. 040 3485818 | 347 4487964

Ufficio Giovani
Via del Teatro Romano, 7 – 34121 TRIESTE
tel. 040 675 8005 | 040 675 4343 | 040 675 4663

Come per ogni edizione di Artefatto, il PAG – Progetto Area Giovani del Comune di Trieste lavora per costituire una commissione qualificata e multidisciplinare che rifletta la ricchezza di saperi e professionalità che rendono questo progetto un esempio concreto di lavoro di squadra. Vi presentiamo i membri che avranno il compito di selezionare il progetto artistico che verrà realizzato durante lo StreeTSart Festival e che rientra nell’ambito di “Street Earth on Tour”.

GIULIO BERNETTI
Ingegnere e Dottore di Ricerca in Ingegneria dei Trasporti. È stato professore per molti anni all’Università di Trieste a Architettura e a Ingegneria. È manager, progettista e project leader di numerosi lavori pubblici e progetti di varie città italiane (Trieste, Milano, Gorizia, Grado). Nel 2014 ha vissuto in Oman come consulente del Ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni del Sultanato. Attualmente ricopre la carica di Direttore del Dipartimento Territorio Economia Ambiente e Mobilità del Comune di Trieste ed è membro della Comitato Portuale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale.

VALERIA MAZZESI
Responsabile U.O. Politiche giovanili del Comune di Ravenna da tempo è impegnata nella promozione della creatività artistica giovanile e della street art in particolare. Dal 2015 coordina il tavolo street art costituito presso il GAI – Circuito Giovani Artisti Italiani che si occupa della governance dei processi culturali, di promozione e sviluppo dell’arte urbana e del sistema creativo contemporaneo. E’ ideatrice e curatrice del progetto Street Earth on tour. Relatrice in un numerosi convegni sulla creatività urbana (CREART – Genova, Remixing Cities – Reggio Emilia, START – Napoli, Milano) ha curato e seguito diverse pubblicazioni tra le quali City walls (Ravenna, 2016), Remixing cities, vol.2 – Street art: prospettive di rigenerazione creativa (Torino, 2018)

SILVIA SCARDAPANE
Giovane storica dell’arte napoletana, esperta e studiosa di arte urbana, del cui movimento ha intervistato numerosi esponenti, soprattutto per la rivista di arte contemporanea Racna Magazine. Ha lavorato nel settore della comunicazione radiofonica come speaker ed è stata operatrice servizi educativi per la Fondazione PLART. Dal 2015 è capostaff di INWARD Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana.

MARCO SVARA
Urbanista funzionalista post-romantico. Nasce a Trieste, si forma al Politecnico di Milano e poi allo IUAV di Venezia e dopo un periodo di nomadismo decide di ritornare alla sua Zacinto. Vicepresidente di MANIFETSO2020 e Socio Fondatore di Impact Hub Trieste, è stato Responsabile Scientifico dell’Emeroteca Mimexity. Da sempre affascinato dalla tematica dell’abbandono urbano e delle shrinking cities ha scritto per Juliet Art Magazine, Ottagono, Abitare, Domus, Design Context, White Circus, Positive Magazine. E’ stato progettista della cooperativa sociale La Collina e ha esposto i suoi lavori alla Biennale di Architettura di Venezia, alla Triennale di Milano e alla Biennale dello Spazio Pubblico di Roma. Attualmente docente e tutor dell’Edilmaster – La Scuola Edile di Trieste.

ELISA VLADILO
Artista e curatrice di eventi nell’ambito dell’Arte Pubblica. Il suo lavoro si basa sullo studio di installazioni e site specific, in spazi pubblici e privati, animati attraverso l’uso del colore. Ha al suo attivo molte mostre in Italia e all’estero e ha realizzato numerosi progetti permanenti e temporanei (Sidgwick Site, Università di Cambridge, Stazione Ferroviaria di Trieste, Fabbrica del Vapore di Milano e altri).Trasferitasi per tre anni a Londra, partecipa attivamente ad importanti progetti come il Whitechapel Open e il Billboard Site Project di Belfast. Ha trascorso un periodo di residenza artistica a Berlino. Ha ottenuto una sovvenzione dalla Fondazione Pollock-Krasner a New York. Collabora con diverse associazioni culturali, enti pubblici e privati e professionisti del campo.