Arte Musica e CulturaCittadinanza e PartecipazioneMobilità internazionaleNews

CAD Coinvolgimento Attivo Democratico

Giovani, protagonisti della città di Trieste

Al via il progetto CAD – COINVOLGIMENTO ATTIVO DEMOCRATICO, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle Politiche Giovanili e del Servizio Civile Universale in collaborazione con ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) nell’ambito del bando “Fermenti in Comune”, grazie al Piano Nazionale Giovani 2020/2022.

L’iniziativa, che vede protagonisti i giovani della città di Trieste, è stata presentata dal Comune di Trieste nel ruolo di capofila, insieme ai partners, la società Euroservis Srl e l’associazione AIESEC Italia, lo scorso 1 giugno con una conferenza stampa ufficiale e un aperitivo serale a cui hanno partecipato moltissimi giovani.

CAD mira a promuovere il protagonismo giovanile attraverso la co-progettazione delle attività, la formazione al lavoro e all’autonomia in contesti informali, la co-gestione di uno spazio “Youth Center – Polo Giovani” e di percorsi volti allo sviluppo di imprenditorialità per garantire la piena inclusione e partecipazione dei giovani al tessuto sociale, economico e culturale di Trieste.

Obiettivo del progetto CAD è coinvolgere i giovani nel ruolo di agenti di cambiamento e innovazione sociale attraverso il coinvolgimento di associazioni giovanili, centri di aggregazione giovanile, associazioni di categoria giovanili e gruppi informali.

Le finalità riguardano la costruzione di un sistema di spazi e proposte condivise co-gestite con la comunità giovanile, per:

  • sostenere la partecipazione dei giovani ai processi democratici locali ed il loro coinvolgimento alle politiche giovanili attraverso un processo innovativo e dinamico di educazione alla cittadinanza attiva;
  • offrire nuove opportunità di apprendimento non formale mirato allo sviluppo di competenze trasversali e soft skills per l’inserimento nel mondo del lavoro e dell’imprenditoria;
  • stimolare lo sviluppo di competenze creative;
  • migliorare l’inclusione diffusa come forma di prevenzione alla marginalità sociale: sostenere i soggetti più fragili nel passaggio all’età adulta attraverso l’offerta di occasioni di relazione, confronto e apprendimento cooperativo e sviluppare un contesto di contaminazione positiva della socialità.

Le attività prenderanno vita nello “Youth Center”, nome che ridefinisce l’attuale sede del Polo Giovani Toti rivolto ai cittadini under 35 e sito a San Giusto che, grazie al progetto CAD, potenzierà l’offerta e prenderà nuovo impulso.

Lo YC sarà così più che mai luogo di ritrovo e punto di riferimento per giovani under 35, ma anche per associazioni, istituzioni e tutti i soggetti che contribuiscono allo sviluppo delle politiche giovanili del territorio. I beneficiari potranno vivere questo innovativo spazio delle idee, delle arti, della tecnologia, delle passioni, degli hobby, della socialità, per esprimere il proprio punto di vista, confrontarsi, dibattere, anche con facilitatori, e presentare le proprie proposte all’amministrazione comunale.

Diverse saranno le linee d’azione da attuare nei prossimi 12 mesi tra cui:

1) Creazione e rigenerazione di uno spazio “YOUTH CENTER” che avrà sede nel POLO GIOVANI

2) Azioni mirate ad incentivare l’imprenditoria giovanile

3) Azioni per sviluppare la partecipazione dei giovani

4) Azioni per stimolare la creatività e l’espressione artistica dei giovani

5) Concorsi, Workshop, e stage per i giovani e mentoring individuali finalizzati a promuovere lo sviluppo di competenze.

I benefici che le attività genereranno sono: un maggiore senso di appartenenza; nuove opportunità di idee e di business anche attraverso la possibilità di apertura di start-up; la possibilità di sviluppare nuove competenze trasversali e soft skills per l’inserimento nel mondo professionale; un accrescimento della fiducia del proprio ruolo di cittadino attraverso la partecipazione attiva; benefici prodotti dall’interazione sociale e l’espressione artistica che recuperano la dimensione relazionale e si esprimono anche attraverso l’uso consapevole e creativo degli strumenti digitali.

Il valore del progetto è di 212.800 Euro, con un cofinanziamento locale pari al 20,21% del valore complessivo e una durata fino al maggio 2023.