BenessereIstituti superiori e Enti di formazioneNews

LE NOSTRE AMICHE API – 4 EDIZIONE P.C.T.O CON I.T.S. DELEDDA FABIANI

Con entusiasmo questo pomeriggio al PAG Polo Giovani Toti ha preso avvio la quarta edizione del progetto P.C.T.O. “Le nostre Amiche Api” dedicato alla gestione e cura di un apiario urbano.


“Le api hanno una funzione fondamentale di tutela della biodiversità e di conservazione del nostro ecosistema – ha detto l’assessore alle Politiche dell’Educazione e della Famiglia Nicole Matteoni, commentando questo nuovo avvio di progetto -. Il settore apistico ha affrontato una stagione critica e ben vengano i progetti che valorizzano questo comparto e che sensibilizzano i giovani verso questo settore. Siamo felici di sostenere, come Comune di Trieste, già da anni questo tipo di progettualità a cui daremo sempre sostegno”.


La formazione teorico pratica è a cura dell’azienda agricola I Doni dell’Ape. Il percorso vuole avvicinare 16 studenti dell’I.T.S. Deledda Fabiani delle classi 3, 4 e 5 dell’indirizzo biotecnologie ambientali alla natura e all’apicultura, acquisendo le competenze di base. A ciò sono connesse competenze relative al fare, come il recupero della manualità, della sensorialità, attraverso specifiche tecniche innovative; si punta inoltre sullo sviluppo della biofilia, ossia l’attitudine positiva ad ampliare la sensibilità e l’interazione con gli stimoli provenienti dall’ambiente naturale.

Una parte della formazione sarà dedicata alle potenzialità lavorative ed imprenditoriali nel settore apistico, offrendo suggerimenti e indicazioni per avviare un’impresa produttiva “green” e al grosso problema dell’arrivo in Italia del Calabrone asiatico (vespa velutina) e del Calabrone orientale (vespa orientale) nemici delle api e pericolosi anche per l’uomo. Verrà posizionato nell’apiario anche un sistema di monitoraggio della salute delle api a cura del Centro Biocrime della Direzione centrale salute, politiche sociali e disabilità- Servizio Prevenzione, Sicurezza Alimentare e Sanità Pubblica Veterinaria, Regione Friuli Venezia Giulia.

 

 

Il progetto terminerà a giugno.