BenessereNews

#MAI DIRE MAI- #NIKOLI RECI NIKOLI CONTAMIN-AZIONI 2018

Arci Servizio Civile presenta i suoi 30 progetti per 112 giovani dai 16 ai 28 anni

Si terrà mercoledì 16 maggio 2018 alle ore 18.00, presso il Polo Giovani Toti, in via del Castello 1, a Trieste, l’ultimo appuntamento, prima della pausa estiva, di Contamin-Azioni, l’iniziativa aperta a tutta la cittadinanza dell’associazione giovanile #MaiDireMai-#NikoliRečiNikoli, braccio creativo e operativo dei volontari di Arci Servizio Civile, in coorganizzazione con il Comune di Trieste.

Verranno presentati tutti i progetti di Arci Servizio Civile FVG rivolti ai giovani tra i 18 ai 28 anni, negli ambiti dell’organizzazione e gestione di iniziative sportive, ambientali e culturali; attività nel campo della comunicazione; diffusione della cultura della cittadinanza attiva; educazione alla legalità e alla progettazione partecipata; promozione del commercio equo-solidale; sviluppo di centri di aggregazione giovanile; servizio di doposcuola multiculturale; supporto nel campo della disabilità.

Arci Servizio Civile è un’associazione ricchissima e complessa, una rete sociale articolata composta in Friuli Venezia Giulia da oltre una trentina di associazioni e in partenariato con 6 amministrazioni comunali.

E’ la più grande associazione italiana no-profit dedicata esclusivamente al servizio civile che mette a disposizione dei giovani l’opportunità di dedicare un anno della propria vita per conoscere se stessi, agire per promuovere i diritti delle persone, partecipare alla vita sociale, costruire le condizioni pratiche per la pace.

Attualmente più di una sessantina sono i giovani impegnati con Arci Servizio Civile a diffondere la cultura della cittadinanza attiva. Questo significa organizzare iniziative che sviluppino valori come la solidarietà, la pace, la sostenibilità ambientale e l’autogestione degli spazi comuni. Consapevoli di quanto oggigiorno siano importanti questi valori e per poterli diffondere in maniera efficace i giovani operano a stretto contatto con altre realtà dell’associazionismo no profit mettendosi in gioco coinvolgendo altri coetanei nello spirito di “contaminazioni” tra territori, interessi, desideri diversi.

maidiremai

Come previsto, recentemente è uscito il nuovo bando per il servizio civile regionale/solidale (16-18 anni) e prossimamente sarà pubblicato il bando per il servizio civile nazionale (18-28 anni).

Arci Servizio Civile del Friuli Venezia Giulia è presente con 11 progetti per ragazzi dai 16 ai 18 anni: The melting pot (Arci Nuova Associazione – Trieste), Contamin-Azioni (Arci Servizio Civile FVG – Trieste), Solidariet@ttiva (Buteghe – Muzzana del Turgnano/UD), Backup – Un passo indietro verso il futuro (ZSKD-Unione dei Circoli Culturali Sloveni – Trieste), Sport e opportunità lavorative per i giovani (ZSŠDI-Unione delle Associazioni Sportive Slovene in Italia – Trieste), Genti & Montagne (Monte Analogo – Trieste), Immagin-Abilità (Oltre Quella Sedia – Trieste), (S)cambiamo il mondo (Senza Confini-Brez Meja – Trieste), Attivamente giovani (A.F.D.S. – Carlino/UD), Downside up (Get Up – Udine) per un totale di 32 volontari e con altri 17 progetti per giovani dai 18 ai 28 anni: Edizione straordinaria (Arci Servizio Civile – Trieste), Cittadini del mondo (Arci Nuova Associazione – Trieste), Percorsi di accompagnamento e affiancamento delle famiglie di richiedenti asilo e rifugiati con figli minori (ICS – Trieste), Una città nella città (ITIS – Trieste), Mladi – minoranze, lingue, azioni, decisioni, istruzioni (ZSKD-Unione dei Circoli Culturali Sloveni – Trieste), Giovani in primo piano: l’integrazione della persona con disabilità (CEST – Trieste), Storie, Saperi, Culture (Università Popolare), Apert@mente-Razgledano (ZSŠDI-Unione delle Associazioni Sportive Slovene in Italia – Trieste), L’ Auser per l’inclusione sociale (Auser – Pordenone), Natura(l)mente Pordenone (Legambiente – Pordenone), Bosco: bene comune (Comune di Muzzana – Udine), I giovani: motore della comunità pinzanese (Comune di Pinzano al Tagliamento – Pordenone), Muggia giovane (Comune di Muggia – Trieste), La memoria: strumento di educazione alla pace (Arci Servizio Civile – Trieste) per un totale di 74 volontari.

E’ stato presentato inoltre all’Agenzia Nazionale Giovani il progetto G.A.S. – Green, Active, Supportive! che, se verrà finanziato dalla Commissione Europea grazie al programma Erasmus+, vedrà per la prima volta il coinvolgimento per nove mesi di due volontarie del Servizio Volontario Europeo presso Arci Servizio Civile del Friuli Venezia Giulia. Il progetto avrà luogo dal 1 novembre 2018 al 1 agosto 2019 e avrà gli obiettivi di promuovere la sostenibilità ambientale, la cittadinanza attiva dei giovani e la consapevolezza sulle opportunità che l’Unione Europea offre ai ragazzi. Il partenariato vede Arci Servizio Civile del Friuli Venezia Giulia capofila, coordinatore e associazione ospitante, in collaborazione con lo Youth Office di Obrenovac (Serbia) e l’associazione Bezirksjugendwerk der AWO Hessen-Sued e.V. (Germania). Il partenariato è completato dai due partner associati EuropeDirect-Eurodesk Comune di Trieste e Arci Servizio Civile Trieste. Sono arrivate circa 300 candidature da giovani da tutta l’Unione Europea e non solo (moltissimi hanno scritto dalla Turchia, dalla Russia e dai Paesi Balcanici).

Successivamente verrà presentato anche TRIESTE ON SIGHT – Esperimenti di Cittadinanza, l’evento giunto alla sesta edizione che si terrà sul Carso triestino dal 6 all’8 luglio 2018.

L’iniziativa, nata ormai sei anni fa con l’obiettivo di promuovere i valori che da sempre ispirano ASC (Arci Servizio Civile), anche quest’anno metterà a confronto volontari di Servizio Civile, associazioni del terzo settore, giovani e cittadinanza su idee e proposte per le nostre società.

Il filo conduttore della manifestazione sarà come sempre la sperimentazione di spazi e nuove modalità della cittadinanza attiva, declinate quest’anno sull’orizzonte futuro che si prospetta davanti alle nuove generazioni. Il titolo di questa edizione sarà infatti “Ritorno al futuro”, citazione cinematografica che ben rappresenta lo spirito con cui verranno affrontati i dibattiti, i workshop, i concerti e le attività del corpo e dello sport previsti quest’anno: un invito a riprendere la discussione sul nostro presente riaprendo la dimensione del futuro, come spazio di immaginazione, come naturale declinazione di ogni proposta di analisi e confronto di cittadinanza attiva.